Allora c定 posto per tutti. Accanto al tecnico che regola alla perfezione tutti i meccanismi di esposizione e produce scatti immacolati, c定 l弾splorativo sempre a caccia di nuove idee, c定 l置manista che sa fare la letteratura dell段mmagine, c定 il sociologo che ci punge la coscienza con i suoi volti di miseranda tragicit煥

E la grande allegoria del palcoscenico del mondo.

L誕namnesi fotografica ci conduce a Niepce e a Daguerre, che misero a punto un procedimento per fissare in modo permanente su una lastra metallica le immagini della realt. Fin dal 1840 la tecnica fotografica permise di ritrarre persone e cose, solo nel 1902, in America, la fotografia cominci ad essere considerata al pari delle altre arti, grazie a A. Stieglitz, la cui attivit fu importantissima per l弾voluzione del linguaggio fotografico. Oggi, usata ed abusata, la fotografia si infiltrata nella cultura consumistica dell段mmagine, ancella della massificazione e della globalizzazione. Un segno indelebile dei tempi? No. C定 ancora posto per un discorso etico, sociale e ludico.

A Seriate, nel nostro piccolo gruppo si vive, si discute, si cresce insieme. Durante le riunioni si sono fatte piccole esperienze, passi in avanti, l段mportante l段nterazione, starci dentro tutti, maestri e apprendisti.

Il responsabile, Vezzoli, un vero tutor, ci segue tutti dal micro al macro, ci spinge alla realizzazione, mai alla competizione .

Carminati ha fatto dimostrazioni col banco ottico, Brembilla su come ritoccare a colori le foto, Mangili sulle tecniche di foto subacquea. Serturini sul trasferimento d段mmagine con trielina, Vegini sull置so della Polaroid, ecc.

L段mportante allargare l弛rizzonte culturale, come tessuto intrinseco della mente.

Sono state organizzate visite a mostre fotografiche (Verona, Cesano Maderno, Cinisello, Venezia) senza grosse formalit: si propone, si discute, si parte, poche macchine e un gruppo unito, un tempo ritagliato al lavoropoi ci si confronta animatamente.