IV^ DOMENICA DI QUARESIMA

Vangelo: Gv 9, 1-41

 

Opera: Marcella Rizzi

tecnica mista, marzo 2005

Venire alla luce,

grande impresa dell’uomo

che non vuole restare

eternamente raggomitolato

su se stesso.

Venire alla luce

sa molto del grido di gioia

per il primo sorriso regalato,

per il primo passo compiuto,

per la prima parola pronunciata.

Sarà per questo che Gesù

impasta la terra

come già agli inizi?

Ma poi bisogna andare a

 

Siloe

e lasciarsi scivolare nell’acqua

per riconoscere in Gesù

l’Inviato del Padre

e con colui che era cieco,

vederlo prima uomo,

poi profeta,

mandato da Dio,

Figlio dell’uomo

e Signore.

A Siloe, che significa Inviato.

Appunto.

 

commento:

 don Giuseppe Navoni