II^ DOMENICA DI PASQUA

Vangelo: Gv 20, 19-31

 

Opera: Pino Viscusi

tecnica mista, aprile 2007

 “La sera di quello stesso giorno":

non un giorno uguale agli altri,

non il ripetersi stanco di minuti e ore,

ma il giorno della Vita.

Lui, il Risorto, entra:

non forza nulla,

ma non si lascia neppure spaventare

dalle porte chiuse.

Ed è una presenza che fa bene:“Pace a Voi!”

Come il Padre ha mandato me,anch’io mando voi”

 

Lui, il Mandato, ora invia.

Tutta la sua storia sulla terra

è stata nel nome del Padre:

sarà così anche per i suoi amici,

perché una vita

che non serve al mandato,

è una vita che non serve.

“Come il Padre… io mando voi.”

In quel “come” c’è la vita

perché se non servo,

non servo…

commento:

 don Giuseppe Navoni